Lo zen e l’arte del vaping: Andrea Belial Bramanti aka The Big Atom Man

Lo zen e l’arte del vaping, è una una raccolta di esperienze personali, raccontate in prima persona da chi ha intrapreso un percorso di cessazione dal fumo combusto, e del viaggio per raggiungere tale scopo.

Andrea Belial Bramanti

Andrea è vaper da anni, attivo sui social dove molti lo riconoscono per la sua barba multicolore ed i suoi modi garbati. Vi invito a seguirlo sul suo profilo Facebook dove troverete anche le numerose collaborazioni che generosamente offre.

Andrea Belial Bramanti

Benvenuto Andrea, ci siamo incrociati diverse volte ma non abbiamo mai, in realtà trovato il modo di chiacchierare con calma.
Mi racconti che tipo di fumatore eri e quando hai deciso di smettere?

Ero un fumatore accanito (2 pacchetti al giorno di M rosse) dopo 5 anni di dialisi (terapia salvavita abbastanza invasiva) arrivò nel marzo 2014 la chiamata per il trapianto, a quel punto fumai l’ultima sigaretta prima di entrare in ospedale sapendo che per 20 gg non avrei più potuto fumare… in quel momento pensavo che dopo 20 giorni non avrei mai più fumato.

Una volta uscito dall’ospedale, dopo la convalescenza, iniziò un periodo di isolamento in casa che durò 3 mesi circa, per farla breve il resto del 2014 passò all’insegna della ripresa fisica e “mentale”(lo so, lo so, i risultati sono scadenti ma mi hanno trapiantato un rene, non il cervello 😂).

Nel 2015 il rientro al lavoro, la ripresa delle mie serate musicali, insomma la ripresa della mia vita, mi fecero rendere conto che le tumorelle erano ancora troppo nella mia testa… rischiavo di ricadere nel baratro… a quel punto la mia compagna mi fece scoprire la mia prima sigaretta elettronica.

Cosa ti ha offerto il vaping nel 2015 per convincerti che poteva funzionare?

Inizialmente non sapevo SE avrebbe funzionato, ma valeva la pena di provare, ma prima era necessaria fare un ragionamento e prendere delle decisioni, per me, importantissime:
1) DEVO stare lontano dalle tumorelle.
2) per aumentare la probabilità di successo, NIENTE aromi al tabacco e NIENTE tiro simile alle sigarette

Ecco da dove ha origine la mia passione per gli atom giganti 😂

A quella ci arriviamo 😁 . Quindi cercavi la gestualità, soprattutto, ma con un gusto e una modalità differenti. Ti ricordi il giorno che hai acquistato il tuo primo dispositivo?

Era un sabato di luglio 2015, forse il secondo sabato… e la mia compagna, che già svapava, mi chiamò e mi disse di raggiungerla nel negozio specializzato della nostra città e li fu amore a prima vista… Pico 75, Melo 3 e Ethos Crispie blu 😍

Ehi!, Frena gli ormoni!
Mi hai raccontato di un’intervento importante con relativa convalescenza infinita, avrei voluto vedere la faccia del tuo medico quando gli hai confessato di amare del fil di ferro e del cotone bagnato!

l mio medico e i miei medici dell’ospedale sono tutte persone giovani e informate, quando dissi loro della mia passione per lo svapo mi dissero semplicemente :” quello va sicuramente meglio delle sigarette, sarebbe meglio abbandonare tutto, ma quella te la concediamo”

Bene, almeno in quella occasione non hai dovuto lottare.
E ‘ andato tutto liscio fin dall’inizio il tuo intervento?

Fortunatamente si, già subito dopo l’intervento, durato 7 ore, alcuni miei valori si erano dimezzati ☺️ quasi non si fosse nemmeno accorto di aver cambiato posto 😂

Ti faccio leggere però queste righe. Riassumono l’esperienza, credo.

10 marzo (domani sarà il mio compleanno)
piccolo cenno storico: oggi di quasi 7 anni fa.
chiamata ore 6.14 la chiamata che dopo 5 anni di dialisi aspetti con l’anima a mollo nelle lacrime e che ti terrorizza più che avere “IT” che ti rimbocca le coperte.
la scelta, risposta “ovvia” SI.
DIALISI,attesa la mia persona a pavia per le ore 14… inutile dire che alle 13,30 ero gia sul luogo.
ultima sigaretta e poi si entra, dal pronto soccorso… reparto nefrologia, ti accolgono con uno strano calore, inaspettato quantomeno.
la suite non è pronta, ,a mi fanno accomodare nell’ultima stanza del corridoio,
mi dicono ci sarà un’intervista (ma non sono famoso, cosa vogliono da me) dati anagrafici, consensi informati, medici che vanno e vengono con millemila scaroffie in mano, firme, tante firme…
attesa…
attesa…
infermiere comunica che alle ore 16 devo essere pronto…
nudo con camicione aperto dietro…
freddino…
attesa…
lettiga…
ore 17 mi portano in sala operatoria, ricordo di aver detto una scemenza, ma non ricordo quale, (ne dico tante, forse troppe) chiedo all’anestesista se possibile non inserire nulla nel mio corpo prima che io sia addormentato (alcuni dolori li ho gia provati e vorrei non ripetere l’esperienza GRAZIE)
MI RASSICURA, nulla prima della mia sedazione che arriva in 3…2… ………….

non so più nulla di me, di cosa succeda…
poi freddo, freddissimo…
un freddo glaciale…
mi mettono un riscaldatore ad aria nel letto, (sembra la cuffia che usa mia nonna per asciugare i capelli) funziona. sonno…
chiedo il mio cellulare per avvisare il mio amore che sono vivo… mia madre me lo nega, non è disinfettato… invoco l’altissimo e chiedo di farlo lei…
sonno…
infermieri gentilissimi vengono ogni due ore glicemia temperatura pressione…
sonno…

l’alba…
sono vivo, leggermente dolorante ,ma vivo…
intanto è il mio compleanno ed ho 36 anni+una nuova vita da contare…
mi sento bene riprendo colore
MI SENTO BENE… SEMPRE MEGLIO,
leggo tantissimo (tanto non c’è molto da fare) e passeggio per la stanza come le tigri negli zoo, perchè è così che mi sento, una tigre, ho voglia di uscire di vedere il sole il cielo sentire l’aria fresca, ma non posso…
20 giorni di ospedale dopo ESCO e la vita cambia,ha cambiato colore, odore, prospettive, ha cambiato peso, e soprattutto VALORE…
ESCO…
GRAZIE
a tutti, a quelli che c’erano allora, a una persona che ha dato a me questa possibilità, a chi c’è ancora oggi alla mia compagna di vita (che mi sopporta e mi supporta sempre) ed anche a te che leggi queste righe
.

Grande (e difficile) esperienza la tua, che hai affrontato con il sorriso e i legittimi timori.
E’ andata così anche nel vaping ?

È andata così anche con il vaping, passata la prima settimana non ho mai avuto più ne la voglia ne la tentazione di fumare e continua tutt’ora

E allora continuiamo a parlare di questa tua esperienza.
Kit base per iniziare e poi? Come è nata “l’insana” passione per le grandi nuvole?

È iniziata quando ho scoperto il mondo dei fili dei cotoni, del veicolo aromatico e poi delle Coil complesse, insomma mi sembrava di aver aperto le porte di un parco giochi a tema.

Mi pare di capire che la parte legata al “fare”, a quella piccola manualità che occupa mani e testa ha avuto grande importanza.
Poi uno dice le POD…

Mi reputo una persona curiosa, quindi tutto ciò che stuzzica la mia curiosità è sempre stato il benvenuto nella mia vita, tutto può fare “cultura” oltre alla mia passione per il “fai da te”

l tiro di polmone che, al di là dei gusti personali, tanto ha dato al mondo del vaping sembra essere relegato ad una nicchia della nicchia.
Come sta vivendo il vaper che è in te questo momento ?

Ormai siamo considerati alla stregua dei “panda” una sorta di specie in estinzione 😅

Questa cosa mi dispiace tantissimo, perché oltre ad avere una vaporosità maggiore, il cloud permette anche una gestione della nicotina diversa, oltre ad una gamma di aromi enorme con cui “giocare”


Quindi continuo a credere che il mondo del cloud dovrebbe avere un ruolo molto più importante, ma il più delle volte veniamo paragonati a “macchine del fumo” come quelle delle discoteche.

A proposito di nicotina e consumi, quanti ml al giorno e con quanta nicotina?

Io svapo a 3 di nicotina e svapo all’incirca 15ml di liquido al giorno, a dispetto di tutti quelli che pensano che io svapi litri di liquido al giorno 😂😂😂😂😂

Conosco ” guanciaroli” che hanno un consumo maggiore in effetti.

Sì, certo, lo so… un motivo in più che mi porta a pensare che il cloud sia ancora più sano rispetto al tiro di guancia

Credo che la tua particolare condizione di salute ti imponga dei controlli periodici.
>Hai avuto dei riscontri su eventuali effetti (sia positivi che negativi) sul tuo organismo? e, nel caso, ti sei confrontato con i tuoi medici su questo aspetto?

Sono sotto controllo periodico 3/4 volte all’anno ed ho avuto solo effetti positivi da quando svapo, i miei medici sono entusiasti del mio percorso lontano dal fumo.

Ho recuperato la totale capacità polmonare, non prendo più nessuna pastiglia per l’ipertensione (cosa che dovevo fare quando fumavo) …

è migliorata la mia salute, in tutto

Questo mi sembra il miglior risultato possibile.
Mi lasci una canzone da ascoltare mentre rileggo questa nostra chiacchierata? Quella che ascolterai tu

Posso fare di meglio: te la canto!

3 Comments

Leave a Reply