Hong Kong : annullata la legge anti-vaping

Hong Kong vaping

Hong Kong e vaping: dal 2018, il governo sta valutando la possibilità di vietare completamente le sigarette elettroniche sul suo territorio. Con la legge che entrerà presto in vigore, le autorità hanno deciso di fare marcia indietro. Il progetto è stato cancellato, permettendo ai vaper di continuare a svapare liberamente.

Nel 2014, un rapporto dell’OMS ha indicato che mancavano le prove per incoraggiare i fumatori a ricorrere ai dispositivi di vaporizzazione.
Questo annuncio ha spinto Hong Kong a votare contro il vaping in un disegno di legge introdotto nel 2018.
Nel febbraio 2019, questo è stato ribadito, ma non è stato seguito da azioni concrete.

Nelle ultime settimane il progetto è stato studiato in dettaglio da una commissione di Hong Kong. Dopo nove riunioni e audizioni pubbliche, sono state escluse eventuali misure di divieto della sigaretta elettronica.

Per Hong Kong il vaping è un’alternativa meno dannosa

Per il Consiglio legislativo di Hong Kong non c’è più bisogno di vietare il vaping. Le autorità hanno ritenuto che vi fossero ormai prove sufficienti per riconoscere le virtù di questi prodotti. Gli studi hanno dimostrato che la sigaretta elettronica è per il 95% meno dannosa della sigaretta tradizionale.

Il comitato ha preso la sua decisione sulla base di un approccio scientifico. La Coalizione dei sostenitori della riduzione dei danni provocati dal tabacco nell’Asia Pacifico (CAPHRA) ha accolto con entusiasmo questo cambiamento. Per questo gruppo, il vaping è parte integrante di una politica di riduzione dei rischi associati al fumo.
Va notato che le autorità di diversi paesi asiatici si stanno occupando del controllo del vaping. A Hong Kong è difficile per i vaper ottenere i prodotti desiderati. Tuttavia, le cose potrebbero cambiare con questa decisione inaspettata.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *