Juul esce dal mercato in cinque paesi, tra cui Francia e Spagna

Juul

Questa è una notizia che probabilmente susciterà grande scalpore se confermata: in assenza di risultati commerciali all’altezza delle aspettative, il produttore di pod Juul si ritirerebbe, entro la fine dell’anno, da cinque paesi europei.

Ci vediamo, Juul …

juul faq 12

La notizia è stata pubblicata da Buzzfeed.News, sulla base delle confidenze di un dirigente della Juul.
Secondo quanto riferito, il produttore di pod americani sta considerando di ritirarsi da cinque paesi europei.

Il marchio potrebbe interrompere la commercializzazione in Austria, Belgio, Spagna e Portogallo entro luglio e in Francia alla fine del 2020.

In discussione i risultati evidentemente inferiori alle aspettative dei suoi azionisti, Altria in primis. Il produttore di Marlboro aveva investito $ 12,8 miliardi in cambio del 35% del capitale dell’azienda, per un valore di $ 38 miliardi. 
Juul oggi vale 12 miliardi, tre volte meno.

Juul si sarebbe concentrata su alcuni mercati nel vecchio continente. Inghilterra e Russia, le due nazioni più redditizie per l’azienda.

Grande impegno inoltre nei paesi in cui il mercato del vaping è meno sviluppato, come Polonia, Ucraina, Repubblica Ceca o Germania.

Secondo Buzzfeed, le ragioni della partenza di Juul da cinque paesi sono varie. Le vendite in Francia e Spagna sarebbero buone, ma ben al di sotto delle aspettative.
I mercati belga, austriaco e portoghese non offrirebbero un potenziale di sviluppo sufficiente alla luce dei costi di investimento necessari per attuare la strategia di Juul.

l’azienda non ha, per ora, commentato o smentito la notizia.  Il marchio ha tuttavia interrotto la sua collaborazione con l’agenzia che era responsabile della gestione della sua comunicazione, un segno che tende a confermare una strategia di ritiro.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *