Liz e lo svapo per ultra sessantenni

Liz ha smesso 4 anni fa di pubblicare video ma quello che ci racconta sullo svapo
è ancora terribilmente attuale

Era il settembre del 2011 quando Liz, una deliziosa e all’apparenza mite signora inglese, diede inizio al suo canale YouTube Vapingpoint con l’obbiettivo di condividere il suo percorso con altri ultra sessantenni.

Il canale è stato chiuso ( ma rimane come archivio) dopo poco meno di 7 anni.

L’ultimo video pubblicato nel giugno del 2018 racconta non solo le ragioni della chiusura ma anche e soprattutto, a mio avviso e non ostante gli anni passati, il vissuto di molti di noi.

Trovo le sue considerazioni terribilmente attuali.

Liz , oggi ultra settantenne, continua le sue battaglie sociali sul suo blog e continua felicemente a svapare

Di seguito la trascrizione completa del suo ultimo video, buona lettura!

L’ultimo video di Liz

Ho aperto un canale video nel 2011.

 Vaping for the over sixties,

L’ho chiamato “Vaping per gli ultra sessantenni”.

Ora sono nei miei settanta. Forse sono solo diventata vecchia e scontrosa, ma non ho intenzione di fare altri video o scrivere sul vaping.

In primo luogo, ci sono meravigliosi video sul vaping e sui prodotti da vaping su internet, o meglio, al momento ci sono.
Il timore che ho è che i video dei vapers che promuovono il vaping potrebbero essere chiusi perché la gabbia piena di odio sul vaping ci costringe e la libertà di parola viene limitata da coloro che ci controllano.

Quindi proprio ora, nel giugno 2018, in Inghilterra, siamo liberi di diffondere la parola che il vaping è una buona cosa.
Nel Regno Unito, sembra esserci un atteggiamento più sano verso il vaping.
È permesso dai nostri controllori. Si possono comprare liberamente i dispositivi e il vaping è sancito come una cosa utile per i fumatori per “smettere” di fumare.

Ma non ho usato il vaping per smettere di fumare, anche se, naturalmente, lo fatto.


Ho fumato per cinquant’anni.
Quando le norme contro il fumo si sono diffuse nella società e i fumatori sono diventati la minoranza perseguitata, ho giurato che non avrei MAI smesso.
La parola “smettere” è una parola messa in giro dal Tobacco Control per dare l’idea che smettere di fumare sia una cosa da niente che chiunque può farlo, come se fosse una cosa semplice.
Io non ci credo.

La gente fuma per ragioni diverse dalla semplice dipendenza dalla nicotina.
È sempre stata la nicotina ad essere incolpata eppure, con l’avvento del vaping, molte idee sulla nicotina avrebbero dovuto essere abbandonate.
La nicotina era la parte cattiva del fumo che, ci è stato detto, ci assuefaceva e ci uccideva.

Il Tobacco Control ha mentito a se stesso e al mondo demonizzando la nicotina.
Ci sono ancora persone che pensano che la nicotina causi il cancro.
E che è ciò che ci rende schiavi del fumo.

Dalle mie esperienze come fumatore impotente, è qualcos’altro nel tabacco che brucia, qualche combinazione di sostanze chimiche di cui il mio corpo si riempiva ogni volta che fumavo una sigaretta.
Come vaper, ora, non ho mai il disperato bisogno se non svapo, bisogno che diventava insopportabile senza una sigaretta.
C’è qualche altro fattore nel tabacco inalato che crea il desiderio.

Svapo circa tre ml di liquido al giorno.
Lo preparo da sola. La quantità di nicotina è tra l’1,1 e lo 0,6 per cento.
Non sembra importare quale forza sia la forza della nicotina, ma il sapore è importante per me.
Svapavo spesso glicerina vegetale pura senza nicotina e senza aroma.
È piacevolmente dolce. Ma attualmente ho solo glicerina vegetale acquosa che è insipida, poco interessante e insapore.

Sono passata al vaping come SOSTITUTO al fumo.
Non è mai stata mia intenzione, come si dice, di “smettere”. I

l fumo è profondamente radicato nella mia psiche.
E credo che sia radicato in questo modo in molte persone.
Il fumo è un conforto per me. Un modo per riempire un buco. Un’attività piacevole, significativa.
È il marcatore di esperienze di picco, bassi profondi, celebrazioni, trionfi, un amico che mi accompagna attraverso la mia vita.
Il mio migliore amico.
Quanto è sconsiderato che qualcuno mi dica che devo semplicemente ‘smettere’.

È più realistico considerare l’idea che molte persone che fumano, per qualsiasi ragione psicologica, non smettono semplicemente, ma abbandonano un amico.
La depressione che queste persone provano, il vuoto, la solitudine, i cuori pesanti sono perché stanno soffrendo un lutto.
Io non potrei mai affrontare il dolore.

Così il vaping, per me, è stato la sostituzione di un amico con un altro.
Sono diventata un vaper felice.

Ho ottenuto ciò che il Controllo del Tabacco voleva. Ho smesso di fumare.

Ma ora, vedo una sorta di follia nel mondo che è cresciuto intorno al vaping.
In alcuni paesi è illegale. Anche il possesso di armamentario per il vaping può farti finire in prigione. Non pensate che questa sia una società primitiva e arretrata in qualche luogo remoto. Sta succedendo nei cosiddetti paesi civilizzati. In alcuni, la nicotina è illegale. La nicotina!

Invece di accogliere una tecnologia che potrebbe veramente far rinunciare la gente ai suoi migliori amici e scoprire un nuovo amico, abbiamo la proibizione, la falsa scienza, le storie di paura e la persecuzione. I responsabili sono gli stessi del Controllo del Tabacco che sono in missione per rendere il mondo intero libero dal fumo e distruggere l’industria del tabacco.

Stanno usando le stesse tattiche sul vaping. Nel Regno Unito, abbiamo già restrizioni sulle dimensioni dei nostri serbatoi, la forza del nostro liquido elettronico e, la cosa più frustrante di tutte, le minuscole bottiglie da 10 ml in cui dobbiamo comprare il liquido elettronico. Questo, per una persona disabile, mi fa impazzire.
Inoltre, ora stiamo producendo e scartando milioni di bottigliette!

Svapo per ultra sessantenni

Ma, almeno, nel Regno Unito, il vaping non è illegale.

Da quando ho iniziato a svapare, i vapers stessi sono cambiati.
La gioia assoluta e il cameratismo della scoperta del vaping sono evaporati.

C’è il mio tipo di vaper, quello che si considera ancora un fumatore che ora svapa, che ha cambiato amici per così dire, e poi c’è l’altro tipo di vaper che è un amaro anti-fumatore.

I vapers anti-fumo non fanno nulla di buono. Semplicemente alienano i fumatori. Rigurgitano il dogma antifumo che li ha avvelenati. Smettono per paura e conformità.

Non mi interessa se la gente fuma o svapa. I fumatori hanno avuto abbastanza persecuzioni. Devono essere il gruppo più discriminato sulla terra in Occidente. Non c’è stata alcuna considerazione per i fumatori nel Regno Unito, anche se, alcuni paesi europei non sono stati così infettati in modo terminale dalle lobby anti-fumo.
Per me, vedere come il controllo del tabacco si è promosso in tutto il mondo, è spaventoso. È totalitario nella sua forma più chiara. Significa, per me, che qualsiasi ideologia che usi le stesse tattiche potrebbe gradualmente rimuovere il nostro diritto ad essere liberi.

Lo strumento più forte che il Controllo del Tabacco ha usato, per progetto, pianificato alla loro conferenza quando si stavano formando e di proposito, era che potevano sostenere che il fumo passivo stava colpendo gli altri, e che i fumatori non stavano uccidendo solo se stessi, ma anche tutti gli altri.
Hanno usato questo per guidare la loro ideologia.

Finora, quanto sia pericoloso il fumo passivo non è stato dimostrato. Le coppie in cui un partner fuma e l’altro no sono state studiate per tutta la vita senza produrre alcuna prova di pericoli mortali.

Questo è importante nel considerare come il controllo del tabacco stia infettando le menti della società per demonizzare anche il vaping. Cosa sta facendo il nostro vapore agli altri? Quanta paura può avere la società di noi?

Così, mentre divento sempre più soddisfatta dei dispositivi che noi vapers possiamo comprare, che stanno diventando sempre migliori, mi allarmo di come, questo meraviglioso amico che ho, venga demonizzato dagli anti-fumatori.
Per me, è tragico come il vaping non sia stato accettato per il piacere che dà a milioni di persone. O, nella mia esperienza personale, la capacità di passare questo fumatore devoto, ME, ad un sostituto amico, di smettere, di entusiasmarmi per fare effettivamente video per sette anni, di scrivere blog, difendere e parlare di vaping. Se il vaping ha fatto questo a me, può cambiare milioni di persone. E naturalmente lo ha fatto!

Senza volerlo, il mio umile canale video ‘Vaping for the over sixties’, ha incoraggiato centinaia di persone a smettere di fumare. Lo so, perché mi scrivono. Ringrazio tutti per aver guardato i miei video che lascerò come STORICO. Lascerò tutto qui finché YouTube non mi rimuoverà per la cosiddetta “promozione del vaping”.

Persone più giovani di me devono continuare a combattere la battaglia. Molti di voi non ricordano i brutti tempi in cui la gente era libera in un mondo vecchio stile pieno di fumatori. Non potete conoscere l’immaginazione, la creatività, l’ottimismo degli scrittori, degli artisti, dei registi e della società in generale in quei giorni. Ora sembra essere scomparso. Una coltre di depressione è caduta su di noi. La società si è alterata, addormentata, curata. È diventata una topiaria dove ogni germoglio vagante viene tagliato in modo che tutti si conformino al disegno dei controllori.

Tutti in Occidente si lamentano che i loro diritti sono violati da questa, quella o quell’altra cosa. I tassi di suicidio sono aumentati. L’ossessione per lo stile di vita ha superato la spontaneità di godersi la vita.

Nessuno fuma più dietro il capanno a scuola. O usa il fumo come rito di passaggio. Usano roba molto più pericolosa. I bambini si vergognano dei loro genitori perché fumano, bevono o sono grassi. La scuola li rende tali dicendo ai bambini quanto sia pericoloso per la vita fumare, bere e mangiare. I loro genitori si uccidono.
Quanto deve essere spaventoso per qualcuno che ami.

Ci sono anche genitori che si agitano per i comportamenti dei loro figli.
Siamo ossessionati dal vizio, ma il fumo è il male più grande di tutti.

Mi chiedo a volte, in questo tempo di guerra – la guerra al fumo, alle droghe, al bere, al cibo, al pensiero, all’odio, agli uomini, al bullismo, e alle molte altre guerre dell’era moderna come sarebbe stato il mondo per i giovani se non ci fossero state le guerre, come sarebbe stata la vita in una società dove ai gruppi di pressione non era permesso partecipare al governo, dove le droghe erano legali e controllate dal punto di vista medico, dove il rito di passaggio era una sigaretta, o il sesso era una cosa che si faceva piuttosto che semplicemente guardare.

E dove la gente era libera di NON offendersi.

È politicamente scorretto parlare di molte cose che una volta erano discusse apertamente e, nel Regno Unito, nei vent’anni in cui ho vissuto qui, le persone che conosco sono diventate più reticenti, più timide e più timorose di essere semplicemente se stesse. In Occidente ci stanno igienizzando mentalmente. Newspeak è il nuovo linguaggio.

Siamo entrati nel 1984 di George Orwell.

Chiedo ai giovani che mi ascoltano di indagare su come il mondo è cambiato dai tempi in cui eravamo liberi da un’eccessiva regolamentazione. Come, gradualmente, siete stati imbavagliati, manipolati e sottoposti a lavaggio del cervello. Noi vecchi non saremo qui ancora per molto. Abbiamo rivelato una verità sbalorditiva: nonostante mangiassimo in modo sbagliato, fumassimo e bevessimo in modo sbagliato, fossimo disciplinate in modo sbagliato, fossimo palpate, flirtate, persino violentate, in una società gestita da uomini, siamo sopravvissute. Abbiamo persino prosperato.

Siamo la generazione più longeva di tutti i tempi.

Tutti al giorno d’oggi hanno un miglior tenore di vita, una migliore tecnologia medica, migliori scelte nel cibo, nell’abbigliamento e nella maggior parte delle cose materiali rispetto a noi. E la maggior parte delle persone sa leggere e scrivere.

Con tutti i modi sbagliati in cui siamo stati trattati che in questi tempi sarebbero considerati scioccanti, e tutti i comportamenti sbagliati che abbiamo praticato nel nostro stile di vita e che ora sono disapprovati, la mia generazione ha sviluppato una vera grinta, ha prodotto musica meravigliosa, commedia, letteratura, poesia, scienza e idee che hanno cambiato il mondo. E lo abbiamo fatto in un mondo di fumatori.

Siate consapevoli del pericolo di un mondo pieno di coloro che promuovono le proprie ideologie in nome della SALUTE o della FELICITÀ. Stanno facendo in modo che i governi legiferino ogni vostra azione.

Siate scettici su qualsiasi cosa che regoli i vostri pensieri. Siate scettici della cosiddetta scienza. Indagate i finanziamenti, i pregiudizi, il motivo dello scienziato che fa la scienza. Non credete a nulla solo perché vi viene detto di farlo.

La salute segue la felicità. E la felicità può svilupparsi quando si è liberi.

Se fumate, fumate senza sensi di colpa. Molti fumatori NON muoiono per il fumo. Se svapi, svapa senza sensi di colpa.


Siamo il grande esperimento che vale la pena.


Non lasciate che chi disapprova a denti stretti vi butti giù.
E ai fumatori, ai vapers e a coloro che sono interessati alla libertà, resistete al totalitarismo di qualsiasi tipo.

Se non l’avete fatto, leggete (o guardate i film) il libro 1984 di George Orwell.

Grazie per aver svapato con me. Vi auguro gioia.

Leave a Reply