Ricerca in Irlanda: lo svapo elimina la differenza di peso dei neonati

baby
baby

Secondo l’analisi statistica delle nascite al Coombes Hospital di Dublino, in Irlanda, i bambini di donne che usano la sigaretta elettronica in modo esclusivo hanno un peso alla nascita simile a quello dei non fumatori. Quasi 300 grammi più pesanti di quelli dei fumatori. I risultati sono stati pubblicati il 9 febbraio scorso  in libera consultazione sul British Journal of Obstetrics and Gynecology (BJOG).

È un’osservazione ormai nota: le madri fumatrici danno alla luce bambini di peso inferiore rispetto ai non fumatori. La differenza è in media di quasi 300 grammi. Ma finora nessuno studio ha osservato cosa succede ai bambini di madri che sono passati allo svapo. Un team ha analizzato i dati delle interviste con donne incinte nel secondo trimestre della gravidanza all’ospedale di Coombe in Irlanda. L’ospedale di Dublino accoglie quasi 8.500 bambini ogni anno. Il team guidato dal Dr. Brendan McDonnell ha identificato 218 donne in gravidanza che fanno uso esclusivo di vaporizzatori e 195 duali (vaporizzatori e sigarette). 

Quasi 300 grammi più pesanti dei bambini dei fumatori

'analisi statistica delle nascite al Coombes Hospital di Dublino,

Lo studio ha coinvolto due gruppi di controllo: un centinaio di fumatori ( almeno una sigaretta al giorno) e un centinaio di non fumatori (mai fumato). Alla nascita, il peso medio dei bambini delle mamme che svapano esclusivamente è pressoché identico a quello dei bambini delle donne che non hanno mai fumato: 3 kg 470 contro 3 kg 471. D’altra parte, i bambini di fumatrici e consumatrici duali pesano quasi 300 grammi in meno con 3 kg 166 e 3 kg 140 rispettivamente. La percentuale di casi sottopeso è significativamente più bassa nei bambini di donne che svapano (11%) o non fumatrici (12,8%) rispetto a coloro che fumano (28%).

“Abbiamo scoperto che le donne che svapano in modo esclusivo hanno bambini con pesi alla nascita simili a quelli dei non fumatori. Rispetto ai fumatori, gli utenti di e-cig hanno una minore incidenza nel dare alla luce un bambino con basso peso alla nascita ” , sottolineano gli autori. “D’altra parte, le consumatrici duali, hanno avuto risultati simili a quelli delle fumatrici”,

Una ricerca per approfondire

Tuttavia, la ricerca si basa solo su un’intervista a donne in gravidanza. il loro precedente atteggiamento riguardo al fumo, una possibile evoluzione durante la gravidanza, in particolare per le duali, che potrebbero aver ridotto il consumo di tabacco, non possono apparire in questi dati. “La partecipazione dei pazienti alla progettazione di studi futuri sarà essenziale”, osservano i ricercatori.

Le differenze socio-economiche appaiono tra le donne incinte che hanno optato per lo svapo e quelle che continuano a fumare. “In questo studio, gli utenti dello svapo appartengono a un gruppo socioeconomico più elevato rispetto ai fumatori di sigarette convenzionali, una tendenza precedentemente osservata nel Regno Unito, ma che è diminuita negli ultimi anni. Hanno un tasso più elevato di gravidanze pianificate e hanno maggiori probabilità di assumere acido folico prenatale “, osserva lo studio.

Un’alternativa ai metodi convenzionali

“Gli interventi per smettere di fumare durante la gravidanza hanno un’efficacia limitata e molte donne che lottano per smettere di fumare si stanno rivolgendo allo svapo come metodo di riduzione del danno. Questa ricerca suggerisce che le future mamme che fanno un uso esclusivo dello svapo donano ai bambini un peso alla nascita simile a quello dei non fumatori “, concludono i medici dell’ospedale di Coombe. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *