Svapo e religione: le risposte di 3 culti

svapo e religione
Tempo di lettura: < 1 minuto

Come conciliare svapo e religione? Che tu sia musulmano, ebreo o cristiano, lo svapo solleva molteplici domande. Di seguito alcune informazioni pratiche, nella speranza ti siano d’aiuto nel comprendere la riduzione del danno in linea con i principi della tua fede.

Halal: svapo e religione

Analizziamo se la sigaretta elettronica sia “halal” (lecito). Sei un musulmano e ti stai chiedendo se l’uso di sigarette elettroniche per ridurre i rischi come fumatore o come supporto per smettere di fumare sia compatibile con i principi della tua fede religiosa?. Sarebbe ammesso un liquido senza alcool, senza prodotti a base di carne di maiale o nicotina, e quindi “mubah”? Come vedrai, la risposta a questa domanda non è così semplice. 
Ho cercato in questo post di darti il maggior numero di elementi chiarire alcuni concetti essenziali

Kosher: svapo e religione

Kosher: essere ebrei non è semplicemente una questione di appartenenza a una religione e seguire i suoi testi religiosi, ma implica anche far parte di una comunità e seguirne i costumi, le leggi, i riti e i codici, che non sono tutti specificamente religiosi.
Per questo motivo, le sigarette elettroniche kosher e gli e-liquidi non sono un argomento facile da affrontare.

Cattolici: svapo e religione

Pensavo che la parte finale di questa trilogia religiosa sarebbe stata più facile da completare rispetto alle altre due. 
Mi sbagliavo. 
Anche per i cattolici romani, le sigarette elettroniche, sollevano una serie di domande. 
Ho cercato di considerare tutti i dettagli teologici richiesti per tale analisi e incluso il tema del corpo come tempio e quello del peccato. Buona lettura.

Colgo l’occasione per ringraziare la comunità musulmana e quella ebrea presenti su Facebook per i supporto e l’attenzione che hanno voluto prestarmi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *